La newsletter dei Centri per l'Impiego della Regione Toscana dedicata alle imprese.
Visualizza questa email sul browser

IN EVIDENZA

Regione Toscana: Centri impiego Numero verde Imprese

 






Il servizio, gratuito sia da telefono fisso che da cellulare, è dedicato ad imprese, enti, consulenti del lavoro, associazioni datoriali e sindacali ed è attivo:

dal lunedì al venerdì: dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Le informazioni e la consulenza riguardano:

  • comunicazioni obbligatorie (CO)
  • incentivi alle assunzioni regionali e nazionali
  • assunzioni di categorie protette
  • rapporti di lavoro e tipologie contrattuali
  • adempimenti per l'assunzione di cittadini stranieri
  • tutela della maternità e paternità e del lavoratore
  • tirocini curriculari e extracurriculari
  • i servizi per l’incrocio domanda/offerta di lavoro garantiti dalla rete territoriale dei CPI

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

ANPAL: Incentivabilità delle assunzioni
 
A partire dall'8 giugno 2018, è attiva la nuova funzionalità "Incentivabilità", nella sezione ad accesso riservato dei servizi Anpal. Grazie a questa nuova funzione le aziende e i consulenti potranno verificare se una lavoratrice o un lavoratore risulti "svantaggiato", e se quindi al suo datore di lavoro possano essere riconosciuti gli incentivi all'assunzione.

Sono incentivabili le assunzioni di persone che, durante i sei mesi antecedenti alla data in cui si effettua la richiesta, non hanno avuto rapporti di lavoro subordinato, o che hanno avuto rapporti di lavoro conclusi e di durata non superiore a sei mesi (i periodi di lavoro intermittente, tirocinio e LSU non rientrano nel conteggio); oppure che hanno svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato da cui derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione.

La funzionalità di Anpal fornisce le informazioni relative all'incentivabilità della persona verificando la presenza o meno di comunicazioni obbligatorie e non tiene conto di eventuali peridi di lavoro autonomo svolti.
Il servizio è a disposizione dei centri per l'impiego, degli operatori iscritti all'albo informatico delle agenzie per il lavoro, dei soggetti iscritti all'albo nazionale dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro e dei cittadini stessi.

Per informazioni:
www.anpal.gov.it

GLI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI PER L'ANNO 2018: focus Contributi per favorire l'occupazione dei disabili Regione Toscana

TUTTE LE INFORMAZIONI IN UN WEBINAR GRATUITO DEDICATO ALLE AZIENDE!

Il 27 giugno 2018 dalle ore 14.30 alle ore 15.30, sarà presentata una panoramica sulle agevolazioni alle assunzioni alla luce delle novità contenute negli avvisi territoriali per l'utilizzo del Fondo regionale occupazione disabili.

L'iscrizione al webinar deve essere effettuata tramite il seguente indirizzo:
LINK DI ISCRIZIONE

AVVISI REGIONE TOSCANA

Regione Toscana: voucher per lavoro autonomo in co-working

Con la Delibera di Giunta Regionale del 07/05/2018, n.483 la Regione Toscana ha approvato l'"Avviso per l'assegnazione di voucher a supporto dell'auto imprenditorialità e del lavoro autonomo attraverso l'accesso agli spazi di co-working di cui all'elenco qualificato regionale", per le annualità 2018, 2019 e 2020.

Nell'ambito del progetto Giovanisì, la Regione Toscana riconosce il co-working come modalità di organizzazione del lavoro basata sulla condivisione di attrezzature, connessioni e spazi fisici per ottimizzare risorse e usufruire di opportunità utili di scambio di conoscenze, contatti e professionalità.

I destinatari dell'avviso sono:

  • liberi professionisti senza limite di età
  • titolari di partita IVA da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento
  • residenti e/o domiciliati in Toscana, appartenenti ad una delle seguenti tipologie: soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi, soggetti iscritti ad associazioni di cui alla legge 4/2013 e/o alla Legge Regionale n. 73/2008, soggetti iscritti alla Gestione Separata dell'INPS.
Cosa finanzia il voucher:
  • fino a massimo 3.000,00 euro per le spese di affitto della postazione di coworking, presente all'interno dello spazio di cui all'elenco qualificato regionale, per la durata minima di 6 mesi e massima di 12;
  • fino a massimo 500,00 euro per le spese di viaggio, vitto e alloggio, qualora sia prevista una collaborazione presso uno spazio di coworking all'estero nei paesi della UE o in un'altra regione italiana da effettuarsi all'interno della durata del contratto di affitto
Le domande di finanziamento devono essere presentate con le modalità definite nell'avviso nei seguenti periodi:
2018: dal 01 al 31 luglio e dal 01 al 31 dicembre
2019: dal 01 al 30 aprile e dal 01 al 31 dicembre
2020: dal 01 al 30 aprile e dal 01 al 31 dicembre


Le domande di voucher possono essere presentate alle scadenze sopra indicate, fatto salvo il caso di esaurimento delle risorse.

Per informazioni: 
www.regione.toscana.it
www.giovanisi.it 
 

Regione Toscana Direzione Lavoro: contributi inserimento disabili

Sono attivi sulle quattro aree territoriali Toscane i relativi avvisi pubblici per la concessione di contributi a imprese e datori di lavoro privati sul fondo regionale per l’occupazione disabili: 
 

Settore Servizi per il Lavoro di Arezzo, Firenze e Prato approvato con con Decreto Dirigenziale del 23 marzo 2018, n. 4660: le aziende interessate possono presentare domanda di contributo sulle scadenze previste dall'avviso, la prima delle quali è il 30/04/2018.

·        Settore Servizi per il Lavoro di Grosseto e Livorno approvato con Decreto Dirigenziale del 17 dicembre 2017, n. 19311: le aziende interessate possono presentare domanda di contributo sulle scadenze previste dall'avviso, la prossima è il30/04/2018.

·        Settore Servizi per il Lavoro di Massa Carrara, Lucca e Pistoia approvato conDecreto Dirigenziale del 20 marzo 2018, n. 4658: le aziende interessate possono presentare domanda di contributo sulle scadenze previste dall'avviso, la prima delle quali è il 30/04/2018 entro le ore 12.00

·        Settore Servizi per il Lavoro di Pisa e Siena approvato con Decreto Dirigenziale del 20 marzo 2018, n. 4649: le aziende interessate possono presentare domanda di contributo sulle scadenze previste dall'avviso, la prima delle quali è il30/04/2018.
 

Gli avvisi sono rivolti alle aziende e/o ai datori di lavoro privati, anche non obbligati ai sensi della L. 68/99, con unità operative ubicate in uno dei comuni delle relative aree territoriali

Le tipologie dei contributi ammissibili e finanziabili riguardano le seguenti misure:
•    le spese sostenute per corsi di formazione individuale in azienda e/o azioni di tutoraggio
•    adeguamento/trasformazione del posto di lavoro
•    abbattimento barriere architettoniche/adeguamento locali
•    apprestamento tecnologie telelavoro
•    istituzione di un responsabile dell'inserimento lavorativo
•    spese sostenute dalle Cooperative di tipo B, anche in collaborazione con le imprese e con Enti Pubblici per la creazione di posti di lavoro
•    attivazione di un tirocinio finalizzato all'assunzione

Prossima scadenza per la presentazione dei progetti:
31 luglio 2018


Gli avvisi e tutta la modulistica per presentare la richiesta si possono scaricare alla pagina dedicata sul sito della Regione Toscana:
Regione Toscana - Contributi per favorire l'occupazione dei disabili


 
REGIONE TOSCANA: rimborso alle imprese per il contributo per tirocini non curriculari rivolti a donne inserite in percorsi di uscita dalla violenza e di autonomia

Con Decreto 4 maggio 2018, n. 6893 la Regione Toscana ha approvato l'avviso per l'attivazione di tirocini non curriculari finalizzati all'inserimento e al reinserimento al lavoro di donne inserite in percorsi di uscita dalla violenza e di autonomia, da svolgersi nel territorio della Regione Toscana.

Il tirocinio deve avere la durata minima di due mesi e prevedere un rimborso spese da parte del soggetto ospitante di almeno 600 mensili lordi a favore della tirocinante.

L'avviso finanzia il contributo destinato alla copertura totale o parziale del rimborso spese erogato alla tirocinante, per un importo pari a 600 euro mensili lordi e per una durata massima di sei mesi.

I tirocini non curricolari previsti dal presente avviso devono essere attivati dopo la stipula del Progetto per l'Occupabilità presso il Centro per l'Impiego da parte della destinataria.

I beneficiari del contributo sono i soggetti ospitanti privati, i quali devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • avere una sede legale o operativa nel territorio della Regione Toscana dove si svolge il tirocinio
  • essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
  • essere in regola con la normativa di cui alla Legge 68/99 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"
  • non aver effettuato licenziamento per attività equivalenti a quelle del tirocinio nei 24 mesi precedenti l'attivazione del tirocinio, tranne i casi di giusta causa e giustificato motivo soggettivo e specifici accordi sindacali con le organizzazioni provinciali più rappresentative 
  • non avere procedure di CIG ordinaria a zero ore, fatti salvi specifici accordi sindacali con le organizzazioni provinciali più rappresentative, né procedure di cassa integrazione straordinaria o in deroga, né contratti di solidarietà difensivi per mansioni equivalenti a quelle del tirocinio
  • non utilizzare il tirocinio per sostituire i contratti a termine e/o il personale dell'azienda nei periodi di malattia, maternità e ferie.
  • avere almeno un dipendente a tempo indeterminato che possa ricoprire il ruolo di tutor aziendale ai sensi dell'articolo 86 septies del regolamento 47/r.
  • non aver già raggiunto nell'anno solare il numero massimo di tirocini attivabili ai sensi del regolamento rewgionale 47/r /2004
Le imprese che intendano attivare un tirocinio per le destinatarie indicate in precedenza, nel caso in cui non abbiano provveduto all'individuazione della tirocinante, possono rivolgersi al Centro per l'Impiego per effettuare l'incrocio tra domanda e offerta di lavoro.
Il Centro per l'Impiego potrà raccordarsi con i Servizi Sociali del Comune o con i Centri antiviolenza o con le Case Rifugio esistenti sul territorio regionale istituite ai sensi dell'articolo 5-bis del Decreto Legge 14 agosto 2013, n,93, convertito, con modificazioni, dalla Legge 15 ottobre 2013, n.119. Le interessate ad effettuare un'esperienza di tirocinio, in possesso dei requisiti menzionati, possono presentare la propria candidatura al Centro per l'Impiego che si occuperà di preselezionare le candidature sulla base dei requisiti indicati dal datore di lavoro.

Le domande di contributo possono essere presentate secondo le modalità specificate fino alla scadenza del 30/11/2018, fino ad esaurimento delle risorse stanziate a copertura dell’avviso.

NORME E CIRCOLARI

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e ANPAL: circolare relativa all'accordo di ricollocazione in attuazione dell'art. 24-bis del D.lgs. n. 148 del 2015, introdotto dalla Legge di bilancio per il 2018 (Legge n. 205/2017)

È stata pubblicata la Circolare congiunta Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e ANPAL 7 giugno 2018, n. 7 che stabilisce, in attuazione della misura contenuta nel Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148, art. 24-bis
Tale misura prevede che i lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria a seguito di riorganizzazione o crisi aziendale, coinvolti negli accordi di ricollocazione, possono richiedere in anticipo l'assegno di ricollocazione e poter accedere ad un supporto intensivo per la loro ricollocazione nel mercato del lavoro.
La Circolare disciplina i criteri e le modalità di accesso all'accordo di ricollocazione da parte di lavoratori rientranti in ambiti aziendali e profili professionali a rischio di esubero, indicati nell’accordo stesso.
Il format "Accordo di ricollocazione" andrà redatto in coerenza con il modello allegato alla medesima circolare.
L’Anpal fornirà ulteriori chiarimenti per le parti di sua competenza.

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: incremento occupazionale nel lavoro somministrato

Con l’Interpello del 29 maggio 2018, n.3 il MLPS risponde ad un quesito dell’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, in merito all'applicazione dell'incremento occupazionale (come definito all’art. 31, comma 1, lettere e) ed f) del D.lgs 14 settembre 2015, n.150) ai fini della fruizione degli incentivi.
Nello specifico, l’Associazione istante chiede se la condizione dell’incremento occupazionale netto della forza lavoro mediamente occupata debba essere riferita all’impresa utilizzatrice o all’Agenzia per il lavoro in caso di assunzione di lavoratori in somministrazione, fermo restando la presenza degli altri requisiti stabiliti dalle singole disposizioni per la fruibilità degli incentivi di legge.
 
Il Ministero del Lavoro ritiene che, in caso di assunzione di un lavoratore in somministrazione, la condizione dell’incremento occupazionale netto sulla media dei lavoratori occupati nei dodici mesi precedenti sia riferita all’impresa utilizzatrice, al fine di ottenere i benefici economici legati all’assunzione e sempre che ricorrano i requisiti stabiliti dalle specifiche normative per la fruibilità.

 

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: Protocollo d’Intesa con la Consigliera di Parità e Ispettorato Nazionale del Lavoro

In data 6 giugno 2018, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Consigliera Nazionale di Parità e l’Ispettorato Nazionale del Lavoro hanno sottoscritto un nuovo Protocollo d’Intesa con l'obiettivo di rafforzare il coordinamento tra le rispettive attività nell’ambito di una consolidata collaborazione volta a favorire la piena applicazione della normativa in materia di parità e di pari opportunità tra uomo e donna.
Il Protocollo coinvolgerà le Consigliere di Parità territoriali e gli Ispettorati Interregionali e Territoriali del Lavoro, con l’obiettivo di assicurare un tempestivo scambio di informazioni circa le violazioni delle norme antidiscriminatorie oltre a quelle che disciplinano il rapporto di lavoro, di cui abbiano avuto conoscenza in occasione dello svolgimento delle rispettive funzioni.

AREA CRISI LIVORNO

MISE: Area di crisi di Livorno, dal 10 luglio attivo il nuovo avviso per accedere agli incentivi

Il Ministero dello sviluppo economico ha emanato un avviso per l’accesso, agli incentivi previsti nell'ambito dell'Accordo di programma per l'area di crisi complessa di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo

Tale avviso ha una dotazione di 10 milioni di euro.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 10 luglio 2018 e saranno esaminate sulla base di una procedura a sportello.

La Regione Toscana sta predisponendo insieme a a Invitalia, l'agenzia del Mise che gestisce la procedura, una serie di opportunità e incontri per far conoscere le diverse possibilità di finanziamento e per favorire la presentazione di progetti imprenditoriali coerenti con le finalità dell'intervento.

Un primo appuntamento è già in programma per il 26 giugno: un webinar, seminario on line, che sarà curato per la durata di due ore dagli esperti di Invitalia, con una prima parte di presentazione degli incentivi e una seconda dedicata alle domande dei partecipanti.

La partecipazione, per consentire un'adeguata interazione, è limitata a 50 persone.  È possibile iscriversi all'evento dal sito web Invitalia

Sono inoltre previsti due incontri di presentazione dell'avviso che si terranno a Rosignano, il 5 luglio, e a Livorno, in una data che verrà successivamente comunicata.
 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ti comunichiamo che di recente abbiamo cambiato le nostre procedure sul trattamento dei dati in funzione del nuovo Regolamento Generale dell’Unione Europea per la Protezione dei Dati (il "GDPR" - General Data Protection Regulation).

La nuova informativa illustra in modo chiaro e semplice i tuoi diritti in qualità di intestatario dei dati, i motivi per cui trattiamo i tuoi dati e punti essenziali riguardanti i dati che raccogliamo.
Assicurare una corretta gestione dei tuoi dati nel rispetto della nuova normativa privacy è fondamentale per noi: puoi prendere visione della nostra nuova informativa privacy cliccando qui.

Ti informiamo inoltre che è sempre possibile esercitare il diritto di accesso ai dati che ti riguardano e richiedere informazioni sul trattamento dei dati, scrivendo all'indirizzo privacy@servizilavoro.net

Puoi interrompere la ricezione della newsletter in qualsiasi momento cliccando qui

Cliccando sui seguenti link è possibile accedere alle liste dei Centri per l’Impiego: