La newsletter dei Centri per l'Impiego della Regione Toscana dedicata alle imprese.
Visualizza questa email sul browser

IN EVIDENZA

REGIONE TOSCANA: modifiche regolamento 47/R/2003 - tirocini non curriculari

La Giunta Regionale ha pubblicato nel B.U.R.T. del 13 Febbraio 2019, il D.G.R. 21 gennaio 2019, n.62 , che modifica il D.P.G.R. 47/R/2003 (Regolamento di esecuzione della Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32, “Testo unico della normativa della Regione Toscana in materie di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro).
La Regione ha attuato una revisione complessiva del regolamento, in coerenza con le Linee Guida in materia di tirocini non curriculari approvate dalla Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Di seguito le principali modifiche introdotte:

  • il soggetto promotore predispone ed invia alla Regione la convenzione e il progetto formativo entro il giorno antecedente a quello di inizio del tirocinio, inoltre, predispone con il soggetto ospitante il dossier individuale e la relazione finale
  • il soggetto ospitante effettua la comunicazione obbligatoria e la trasmette al soggetto promotore se diverso dal Centro per l’Impiego
  • il soggetto ospitante non deve avere effettuato licenziamenti per attività equivalenti a quelle del tirocinio nei 36 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio stesso
  • il soggetto ospitante garantisce al tirocinante, nella fase di avvio del tirocinio, una adeguata formazione ed informazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi degli articoli 36 e 37 del decreto legislativo 30 maggio 2018, n 81
  • il soggetto ospitante comunica al soggetto promotore le eventuali sospensioni del tirocinio (il tirocinante può sospendere tirocinio per periodi di astensione obbligatoria per maternità o paternità, per periodi di malattia o di impedimenti gravi e documentati o per chiusura della sede operativa dove svolge il tirocinio.). Il periodo di sospensione non concorre al computo della durata del tirocinio
  • il rimborso forfettario è corrisposto per intero a fronte di una partecipazione minima al tirocinio del 70% delle presenze su base mensile, qualora, la partecipazione sia inferiore al 70% ma almeno del 50 %, il rimborso viene ridotto a 300 euro mensili
  • il tutor del soggetto ospitante può affiancare contemporaneamente fino a 3 tirocinanti, comprensivamente di altre forme di tirocinio e di esperienza formativa
  • il progetto formativo, predisposto per ogni tirocinante dal soggetto promotore in accordo con il soggetto ospitante, contiene,  gli obiettivi e le attività oggetto del tirocinio in relazione agli standard dei repertori regionali, nonché la modalità di svolgimento

Per la determinazione del numero di tirocini attivabili contemporaneamente si applicano le seguenti disposizioni :

  • non sono ricompresi i lavoratori apprendisti
  • i soci lavoratori delle società cooperative sono considerati come dipendenti
  • non si computano i tirocini promossi nei confronti dei soggetti di cui all’articolo 17 bis, comma 5 della l.r. 32/2002, e i tirocini di inclusione sociale
  • non sono computati i tirocini in cui il tirocinante ha svolto meno del 70 per cento delle presenze previste dal progetto formativo
  • deroga al numero dei tirocini attivabili dai soggetti ospitanti che hanno 20 o più dipendenti a tempo indeterminato, qualora nei ventiquattro mesi precedenti l’attivazione degli stessi, abbiano assunto uno o più tirocinanti a tempo indeterminato o a tempo determinato della durata di almeno sei mesi, con orario di lavoro pari o superiore al 50 per cento di quello previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro di riferimento, nel rispetto dei seguenti limiti:

           - un tirocinio se è stato assunto almeno il 20 per cento dei tirocinanti ospitati;
           - due tirocini se sono stati assunti almeno il 50 per cento dei tirocinanti ospitati; 
           - tre tirocini se sono stati assunti almeno il 75 per cento dei tirocinanti;
           - quattro tirocini se sono stati assunti il 100 per cento dei tirocinanti ospitati;

  • il soggetto ospitante o il soggetto promotore possono interrompere il rapporto di tirocinio in caso di inadempienze gravi o di impossibilità a conseguire gli obiettivi formativi del progetto formativo, tale interruzione va comunicata alla Regione

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

INPS: benefici contributivi per le assunzioni di detenuti

Con la Circolare n. 27 del 15 febbraio 2019, l'Inps fornisce le istruzioni operative per la fruizione dei benefici contributivi previsti a favore delle cooperative sociali che utilizzino persone detenute o internate negli istituti penitenziari, ex degenti di ospedali psichiatrici giudiziari e persone condannate e internate ammesse al lavoro esterno, o delle aziende pubbliche o private che organizzino attività produttive o di servizi, all’interno degli istituti penitenziari, impiegando persone detenute o internate, come già definito dal Decreto 24 luglio 2014, n. 148.

NORME E CIRCOLARI

MINISTERO DELL'INTERNO: sanzioni per i datori di lavoro che impegnano lavoratori ExtraUE irregolarmente

Il Ministero dell’Interno, di concerto con i Ministeri della Giustizia, dell’Economia e del Lavoro, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 15 febbraio 2019, il D.M. 22 dicembre 2018 n.151 con il quale stabilisce la sanzione amministrativa accessoria, prevista dall’art.22-ter del Decreto Legislativo 25 Luglio 1998 n.286, che il giudice deve applicare al datore di lavoro che ha occupato illegalmente un lavoratore clandestino e che è pari al costo medio di rimpatrio.

La sanzione è fissata in 1.398 euro ed è soggetto ad aggiornamento entro il 30 gennaio di ogni anno con decreto del Capo della Polizia.

INAIL: lavoro notturno – calcolo dell’orario medio

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) con la Nota del 14 febbraio 2019, n.1438, fornisce la corretta modalità di individuazione dell’arco temporale di riferimento su cui calcolare il rispetto del limite della media di ore notturne lavorate che, ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo n. 66/2003, è pari ad 8 ore nelle 24.

INPS: Congedi papà – proroga e ampliamento per il 2019

Con il Messaggio 13 febbraio 2019, n.591, l'Inps informa che la durata del congedo obbligatorio per i padri è aumentata, per l’anno 2019, a 5 giorni da fruire, anche in via non continuativa, entro i 5 mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore.
I lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’INPS, devono presentare la domanda all’Istituto, mentre nel caso in cui le indennità siano anticipate dal datore di lavoro, i lavoratori devono comunicare in forma scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo, senza necessità di presentare domanda all’Inps. 
In tale ultimo caso, il datore di lavoro comunica all’INPS le giornate di congedo fruite, attraverso il flusso Uniemens, secondo le disposizioni fornite con il Messaggio 18 aprile 2013, n. 6499.
Per il settore agricolo la disciplina in merito è stata dettata con la Circolare Inps 23 dicembre 2013, n.181, che ha fornito le istruzioni operative per la denuncia sul modello DMAG delle giornate di congedo fruite dal lavoratore il cui importo è stato anticipato dal datore di lavoro.

Per informazioni:
www.inps.it

INAIL: Testo Unico Salute e Sicurezza sul Lavoro – versione febbraio 2019
 
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha pubblicato il testo aggiornato a Febbraio 2019 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
 

 

DAI TERRITORI

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PISTOIA E PESCIA: assegnazione borsa lavoro 2019

La Fondazione Caript ha pubblicato il bando per l'assegnazione di borse lavoro con l'obiettivo di fornire strumenti a sostegno dell'occupazione a coloro che maggiormente incontrano difficoltà o barriere all’accesso al lavoro.
Il bando “Borse Lavoro 2019” individua due diverse linee di intervento:

  • una destinata ai giovani Under30 (29 anni e 364 giorni), residenti in uno dei comuni della provincia di Pistoia, in possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo, che non abbiano avuto una stabile esperienza di lavoro;
  • un’altra riservata a persone Over50 residenti in uno dei comuni della provincia di Pistoia, di età compresa fra i 50 e i 65 anni non compiuti (64 anni e 364 giorni), disoccupati, non pensionati e iscritti al centro per l’impiego di competenza;

Possono aderire al progetto:

  • tutte le aziende con sede nel territorio nazionale
  • enti no profit operanti nella provincia di Pistoia
NON possono aderire pubbliche Amministrazioni e studi professionali.

Le aziende interessate potranno ricevere un importo di 600,00 euro per massimo 12 mesi per le assunzioni dei soggetti richiedenti con contratti subordinati di almeno 12 mesi che prevedano una retribuzione lorda minima da corrispondere al borsista di almeno 1.000,00 mensili.

La domanda di partecipazione deve essere inviata in busta chiusa a mezzo raccomandata a:
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PISTOIA E PESCIA
Settore erogazione e progetti – Borse Lavoro 2019
Palazzo de’ Rossi, via de’ Rossi 26, 51100 Pistoia
ENTRO IL 31 MARZO 2019

Per informazioni e modulistica:
www.fondazionecrpt.it

Regione Toscana: Centri impiego Numero verde Imprese

 






Il servizio, gratuito sia da telefono fisso che da cellulare, è dedicato ad imprese, enti, consulenti del lavoro, associazioni datoriali e sindacali ed è attivo:

dal lunedì al venerdì: dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Le informazioni e la consulenza riguardano:

  • comunicazioni obbligatorie (CO)
  • incentivi alle assunzioni regionali e nazionali
  • assunzioni di categorie protette
  • rapporti di lavoro e tipologie contrattuali
  • adempimenti per l'assunzione di cittadini stranieri
  • tutela della maternità e paternità e del lavoratore
  • tirocini curriculari e extracurriculari
  • i servizi per l’incrocio domanda/offerta di lavoro garantiti dalla rete territoriale dei CPI
Cliccando sui seguenti link è possibile accedere alle liste dei Centri per l’Impiego: