La newsletter dei Centri per l'Impiego della Regione Toscana dedicata alle imprese.
Visualizza questa email sul browser

EVIDENZA

                               

                   FIERA TOSCANA DEL LAVORO
        La Regione Toscana mette l’impiego al Centro

Firenze, 5 - 6 dicembre 2019 - Fiera Toscana del Lavoro

Nei giorni 5 e 6 dicembre 2019 la Regione Toscana e ARTI organizzano la prima edizione della Fiera Toscana del Lavoro, presso Fortezza da Basso a Firenze.
L'iniziativa si pone come occasione di incontro tra il visitatore e il mondo del lavoro (imprese, centri  per l'impiego, consulenti per l'orientamento e la selezione del personale), con l'obiettivo prioritario di favorire il contatto diretto tra le persone in cerca di una occupazione e/o di riqualificazione professionale e le imprese alla ricerca di candidati.

Parteciperanno oltre cento aziende operanti nei principali settori dell’economia, realtà aziendali tra le più dinamiche del sistema produttivo toscano, imprese anche di livello nazionale ed internazionale le cui richieste si attestano complessivamente, al momento, a circa 230 profili professionali diversi per oltre 650 posti di lavoro disponibili.

Di seguito il link per consultare le offerte di lavoro, alle quali è possibile candidarsi fino al 15 novembre:
Vai alle offerte di lavoro

I candidati selezionati saranno invitati a sostenere i colloqui con le aziende nelle giornate della Fiera, il 5 e 6 dicembre a alla Fortezza da Basso.
Durante i due giorni della Fiera, previa registrazione sul portale Fieratoscanalavoro.it, i candidati potranno partecipare anche a workshop e seminari tenuti da esperti di orientamento e di selezione del personale, nonché a presentazioni tenute da responsabili delle risorse umane delle aziende. Al termine della presentazione le aziende potranno incontrare i candidati interessati e raccogliere i curriculum vitae.

Sarà inoltre possibile svolgere dei colloqui informativi ed orientativi con gli operatori dei Centri per l’impiego allo stand di Arti, l’Agenzia regionale per l’impiego, e con i consulenti Eures per la presentazione delle opportunità per la mobilità professionale e delle offerte di lavoro in Europa.

In occasione della Fiera si svolgerà l’evento annuale del POR Fse 2014-2020 dedicato ai temi delle pari opportunità (5 dicembre)del lavoro e dell’inclusione sociale (6 dicembre).

La Fiera sarà diffusa in tutta la regione. Infatti, anche nei Centri per l'Impiego della Toscana saranno organizzati eventi territoriali specifici - Recruitment day -  durante le prime due settimane di dicembre.

Con la Fiera del Lavoro, la Regione Toscana partecipa alla quarta edizione dell'Employers' Day, iniziativa lanciata dalla Rete europea dei servizi pubblici per l'impiego (PES Network) e coordinata in Italia da ANPAL, con la finalità di favorire l'incontro tra i servizi pubblici per l'impiego e i datori di lavoro.

Per informazioni sull'iniziativa:
www.fieratoscanalavoro.it

                             

Regione Toscana: 
Firenze 12 novembre 2019 - Mettere in connessione in tempi di trasformazione digitale

Il sistema di Web-Learning della Regione Toscana per l’apprendimento e la formazione professionale (TRIO) organizza questa iniziativa con l'obiettivo di  esplorare gli effetti del digitale e della formazione online. Al centro di questo saranno la scuola, il lavoro e le politiche attive al fine di mettere in connessione strategie, visioni ed esperienze per rispondere ai bisogni reali di crescita del territorio.
Sarà anche l’occasione per parlare di come il web-learning si connette alle esigenze concrete, di quanto si fa e quanto si può ancora fare grazie alla formazione con il progetto TRIO.
Saranno presenti ospiti istituzionali, professionisti della formazione e del mondo delle imprese che si confronteranno in sessioni tematiche, tra domande, video e scambi di idee per elaborare soluzioni in ottica di trasformazione digitale. 
Di seguito il programma della giornata:

9:30 Registrazione dei partecipanti

10:00 Saluti istituzionali e apertura

Cristina GriecoAssessore Istruzione formazione e lavoro Regione Toscana

Coordina i lavori Tommaso LabateGiornalista

10:30 Connessione Scuola

Pierpaolo Infante, Referente Ufficio Scolastico Regionale Toscana, Innovazione digitale, Inclusione, PON

Antonello GiannelliPresidente Associazione Nazionale Presidi a alte professionalità della scuola

Guglielmo TrentinDirigente di ricerca all'Istituto Tecnologie Didattiche (ITD) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

11:15 Connessione Lavoro

Leonardo BassilichiPresidente della Camera di Commercio di Firenze

Marina BabboniDirigente A.R.T.I. - Agenzia Regionale Toscana per l’impiego

Dario D’AloiaDirector | Reward and HR Business Partner Sport, Entertainment & Advertising presso Sky Italia

12:00 Connessione Politiche attive

Joao SantosDeputy Head of Unit in the Directorate General for Employment, Social Affairs, and Inclusion at the European Commission

Paolo BaldiDirettore della Direzione Istruzione e Formazione Regione Toscana

Chiara CriscuoliResponsabile Ufficio Giovanisì

Claudia FiaschiPortavoce nazionale Forum Terzo Settore

12:45 Intervento conclusivo

Massimo GiacomelliDirezione TRIO

13:00 Chiusura dei lavori

Networking lunch

Per informazioni e iscrizioni all'evento cliccare il LINK 


TRIO è il sistema di Web-Learning della Regione Toscana per l’apprendimento e la formazione professionale, una piattaforma di corsi e servizi formativi facilmente accessibile a disposizione di cittadini, enti e organizzazioni pubbliche, organismi formativi e imprese private.

AVVISI REGIONE TOSCANA

Regione Toscana:
Programma di sviluppo rurale (Psr) del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), sottomisure 4.1.3, 4.1.5 e 4.2.1
Psr Feasr 2014-2020, bando per Progetti integrati di distretto Agroalimentare annualità 2019

Con il Decreto dirigenziale del 10 ottobre 2019, n. 16517, la Regione Toscana ha prorogato dal 15 ottobre 2019 al 15 novembre ore 13 il termine ultimo per la presentazione delle domande. 
L'importo minimo di contributo complessivo ammissibile per ciascun Pid è pari o superiore a 500 mila euro.
Il massimo contributo concedibile per l'intero progetto Pid è pari a 5 milioni di euro. 

Per informazioni sul bando:
www.regione.toscana.it

Regione Toscana: Avviso pubblico contributi a sostegno dell'occupazione 2018-2020

E' pubblicato il Decreto Dirigenziale 03 ottobre 2019 n.16714, contenente l'approvazione dell'impegno risorse per le domande ammesse a contributo presentate a dicembre 2018 e  le domande rimaste presentate a novembre 2018 ma rimaste sospese.

Clicca QUI per scaricare l'atto e gli allegati.

NORME E CIRCOLARI

ANPAL: aggiornati gli standard tecnici delle Comunicazioni obbligatorie

Con il Decreto direttoriale del 16 settembre 2019, n.394 con il quale rende disponibili gli aggiornamenti agli standard tecnici delle Comunicazioni obbligatorie. 
Gli aggiornamenti entreranno in vigore alle ore 16.00 del 5 novembre 2019

Per informazioni e download dei documenti:
www.anpal.gov.it

Agenzie di Somministrazione: rinnovato il CCNL


Le Associazioni datoriali di settore, Assolavoro e Assosomm, e sindacali, Felsa Cisl, NIdiL Cgil, Uiltemp, hanno sottoscritto In data 15 ottobre 2019 il rinnovo del Contratto Collettivo per i dipendenti delle Agenzie di Somministrazione di Lavoro.
Il nuovo contratto che sarà in vigore fino al 31 dicembre 2021, rafforza il principio della parità di trattamento (in particolare in caso di infortunio e maternità), l’istituto della clausola sociale negli appalti pubblici, aumenta l’indennità di disponibilità per i tempi indeterminati, introduce l’istituto delle ferie solidali e diritti in caso di lavoro stagionale in somministrazione e amplia e aggiorna le prestazioni previste dal welfare di settore.

Inoltre, prevede misure innovative finalizzate a potenziare i contratti a tempo indeterminato nonché la continuità occupazionale per una consistente parte di lavoratori con contratti a termine attraverso l’introduzione di una politica attiva di settore: alla fine della missione, infatti, il lavoratore potrà attivare il “diritto mirato a percorsi di qualificazione e riqualificazione professionale”, ossia scegliere una formazione professionale, che gli permetterà di acquisire le competenze necessarie per poter essere ricollocato nel mondo del lavoro.
Una politica attiva che si aggiunge al sostegno al reddito erogato dal Fondo di Solidarietà di settore, un assegno aggiuntivo alla NASpI che, con il nuovo contratto, viene riformato nella platea dei potenziali beneficiari e nell’importo, passando da 750 a 1000 € una tantum.

Ministero del Lavoro: interpello 6/2019 – stipulazione di contratti stagionali nel settore radio televisivo
 
Con l’Interpello del 2 ottobre 2019, n.6, risponde ad un quesito di Confindustria Radio Televisioni, in merito ai limiti di utilizzabilità del D.P.R. n.1525/1963.

Il primo quesito riguarda i limiti di utilizzabilità del D.P.R. n. 1525 del 7 ottobre 1963, che consente la possibilità di stipulare contratti di lavoro a termine anche nelle ipotesi di “preparazione e produzione di spettacoli per il personale non menzionato nella lett. e) dell’articolo 1 della legge 18 aprile 1962, n. 230, addetto ai singoli spettacoli o serie di spettacoli consecutivi di durata prestabilita”, ai fini della stipulazione di contratti di lavoro stagionali nel settore radiotelevisivo.
Il secondo quesito riguarda la possibilità della contrattazione collettiva di individuare ulteriori ipotesi di stagionalità, in aggiunta a quelle attualmente previste dal richiamato D.P.R.

In risposta al primo quesito, nell’interpello n. 6/2019 viene ribadito quanto già affermato in precedenti atti di prassi cioè che nell’attuale ordinamento, fino a che le attività stagionali non saranno individuate da apposito D.M., come previsto dall’articolo 21, comma 2, D.Lgs. 81/2015, è consentita l’assunzione con contratto di lavoro stagionale di personale artistico, giornalistico, impiegatizio e/o operaio addetto a singoli spettacoli o serie di spettacoli consecutivi di durata prestabilita, secondo l’ipotesi prevista dal n. 49 dell’elenco allegato al D.P.R. 1525/1963.

In merito al secondo quesito, il Ministero conferma inoltre la possibilità per la contrattazione collettiva di settore di individuare ulteriori ipotesi di attività stagionali, in aggiunta a quelle attualmente previste dal D.P.R., alle quali non si applicano i limiti sui contratti di lavoro subordinato a termine.

 

Contratti a termine: accordo sulla stagionalità nel settore del commercio per la provincia di Roma

ConfCommercio Roma ha sottoscritto con le sigle sindacali FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS, un accordo sulla stagionalità nel settore del commercio per la provincia di Roma.

Si riconosce il carattere della stagionalità dei contratti a termine, nei seguenti periodi:

dal 1° maggio al 30 settembre e tra il 1° dicembre e il 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:
    • commerciali ubicate nel I e X Municipio
    • musei, siti archeologici e iniziative socio-culturali, artistiche e sportive
    • parcheggi e autorimesse
    • noleggio di veicoli a motore e non
    • servizi di bus turistici
dal 1° luglio al 15 agosto e dal 1° dicembre al 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:
    • commerciali ubicate anche all’interno di centri commerciali o outlet
dal 1° dicembre al 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:
    • negozi di giocattoli

L’accordo si applica alle imprese associate a Confcommercio Roma e che applicano e rispettano integralmente sia la parte economica/normativa che la parte obbligatoria del CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi e che, infine, non utilizzano contratti di lavoro intermittente (“a chiamata”) nei periodi suindicati.

 

INL: comunicazione delle “chiamate” dei lavoratori intermittenti – chiarimenti

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la Nota del 9 ottobre 2019, n. 8716 al fine di fornire alcuni chiarimenti in merito alla validità della trasmissione del Modello UNIIntermittenti con cui, come noto, il datore di lavoro è tenuto a comunicare in via telematica ogni chiamata del lavoratore.

La funzionalità del sistema consente di utilizzare a scelta, tra:

– applicazione desktop per e-mail: il sistema genera in automatico una e-mail con destinatario ed oggetto precompilati avente in allegato il modello convertito in formato.xml

– e-mail internet: utilizzando account e-mail (Gmail, Yahoo, Libero ecc.) si procederà al salvataggio del modello in formato .xml che dovrà essere allegato per l’invio al citato indirizzo PEC intermittenti@pec.lavoro.gov.it

Il Manuale utenti specifica che è consentito, in quest’ultimo caso, “effettuare l’invio via mail del modulo utilizzando la funzionalità “Allega a e-mail” di Adobe Reader”.

 

REGIONE TOSCANA: Centri impiego Numero Verde Imprese

 






Il servizio, gratuito sia da telefono fisso che da cellulare, è dedicato ad imprese, enti, consulenti del lavoro, associazioni datoriali e sindacali ed è attivo:

dal lunedì al venerdì: dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Le informazioni e la consulenza riguardano:

  • comunicazioni obbligatorie (CO)
  • incentivi alle assunzioni regionali e nazionali
  • assunzioni di categorie protette
  • rapporti di lavoro e tipologie contrattuali
  • adempimenti per l'assunzione di cittadini stranieri
  • tutela della maternità e paternità e del lavoratore
  • tirocini curriculari e extracurriculari
  • i servizi per l’incrocio domanda/offerta di lavoro garantiti dalla rete territoriale dei CPI
Cliccando sui seguenti link è possibile accedere alle liste dei Centri per l’Impiego:
Facebook
Twitter
Flickr
YouTube