La newsletter dei Centri per l'Impiego della Regione Toscana dedicata alle imprese.
Visualizza questa email sul browser

IN EVIDENZA

GLI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI PER L'ANNO 2018

TUTTE LE INFORMAZIONI IN UN WEBINAR GRATUITO DEDICATO ALLE AZIENDE!

Il 05 marzo 2018 dalle ore 14.30 alle ore 15.30, sarà presentata una panoramica sulle agevolazioni alle assunzioni alla luce delle novità contenute nella Legge di Bilancio 2018 e nel Decreto Anpal del 2 gennaio 2018.

L'iscrizione al webinar deve essere effettuata tramite il seguente indirizzo:
LINK DI ISCRIZIONE

Consiglio dei Ministri: pubblicato il Decreto Flussi 2018

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2018, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 dicembre 2017 relativo alla “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l’anno 2018“.
Sono ammessi in Italia, per motivi di lavoro subordinato stagionale e non stagionale e di lavoro autonomo, i cittadini non comunitari entro una quota complessiva massima di 30.850 unità, di cui:

  • 12.850 unità, per motivi di lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo.
  • 500 cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero, che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nei Paesi d’origine ai sensi dell’art. 23 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286.
  • 100 lavoratori di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori fino al terzo grado in linea diretta di ascendenza, residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile, per motivi di lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo.

Inoltre, sempre nell’ambito della quota massima prevista, è autorizzata la conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato di:

  • 4.750 permessi di soggiorno per lavoro stagionale
  • 3.500 permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale
  • 800 permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea

Infine, sempre nell’ambito della quota massima prevista, è prevista la conversione in permessi di soggiorno per lavoro autonomo di:

  • 700 permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale;
  • 100 permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea.

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

Legge di Bilancio 2018: Incentivi all’assunzione - anche i Consulenti del lavoro possono accertare la disoccupazione
 
La Legge del 27 dicembre 2017, n.205, (Legge di Bilancio 2018), ai commi 801 e 803 definisce la possibilità agli iscritti all’albo informatico delle agenzie per il lavoro ed agli iscritti all’albo nazionale dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro, di accedere alla banca dati dell’ANPAL (sistema informativo unitario) al fine di verificare i dati relativi alle persone in stato di disoccupazione o a rischio di disoccupazione.
La banca dati ANPAL, che si compone del nodo di coordinamento nazionale e dei nodi di coordinamento regionali, contiene informazioni in merito a:

  • i beneficiari di ammortizzatori sociali, con indicazione dei dati anagrafici, di residenza e domicilio e dei dati essenziali relativi al tipo di ammortizzatore sociale di cui beneficiano
  • l’archivio informatizzato delle comunicazioni obbligatorie
  • dati relativi alla gestione dei servizi per il lavoro e delle politiche attive del lavoro, ivi incluse la scheda anagrafica e professionale
  • il sistema informativo della formazione professionale
La norma è stata disposta con l'obiettivo di favorire la ricollocazione nel mercato del lavoro delle persone non occupate e per garantire una maggiore efficacia dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Tale accesso permetterà anche di avere certezza sullo stato di disoccupazione dei lavoratori per l’eventuale ammissione alle agevolazioni contributive previste dalle varie disposizioni di legge e che hanno come principale (se non anche unico) requisito, lo stato di disoccupazione del lavoratore e la sua anzianità di iscrizione al Centro per l’impiego.

AVVISI NAZIONALI

INAIL: Sospensione degli sgravi contributivi alle imprese che esercitano la pesca costiera o nelle acque interne

L’Inail ha pubblicato la Circolare del 18 gennaio 2018, n.6 con la quale comunica la sospensione dell’applicazione degli sgravi contributivi alle imprese che esercitano la pesca costiera e la pesca nelle acque interne e lagunari.
Con la nota protocollo 0012233.22-12-2017, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha espresso l’avviso che il regime agevolativo in esame debba necessariamente essere sospeso in ossequio alle regole disposte dal Trattato sul funzionamento dell’Unione europea in materia di aiuti di Stato.
Pertanto, fino a nuove indicazioni da parte del citato Ministero vigilante, è sospesa l’applicazione della riduzione ai premi e contributi assicurativi riscossi dall’Inail dal 1° gennaio 2018.
Sono quindi dovuti in misura intera i premi per l’autoliquidazione 2017/2018 da versare entro il 16 febbraio 2018 in unica soluzione oppure in quattro rate entro il 16 febbraio, 16 maggio, 20 agosto e 16 novembre 2018:

  • dai datori di lavoro iscritti alla gestione Navigazione per l’assicurazione dei componenti l’equipaggio delle navi da pesca, assicurati con la categoria naviglio 73 “Pesca costiera”
  • dai pescatori della piccola pesca marittima e nelle acque interne e lagunari tenuti ad assicurare i familiari alla voce di tariffa 1200 della tariffa industria con la polizza dipendenti.

Devono essere versati in misura intera anche i premi speciali unitari dovuti dai pescatori autonomi e dalle società cooperative o compagnie di pescatori per i soci, assicurati con la polizza speciale pescatori.

Sono in corso di aggiornamento le basi di calcolo dei premi per i soggetti interessati dalla sospensione dell’applicazione della riduzione contributiva.

Per informazioni:
www.inail.it

INPS: Agricoltura – proroga dei termini di presentazione esonero contributivo

Con il Messaggio del 17 gennaio 2018, n. 195, l'Inps informa che i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali, di età inferiore a 40 anni e iscritti alla previdenza agricola nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017, hanno diritto ad un esonero dal versamento dei contributi presso l’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO), ai sensi della Legge di stabilità 2017 (legge 11 dicembre 2016, n. 232) e disciplinato dalla Circolare Inps 11 maggio 2017, n. 85.
L’Istituto precisa che – per le attività iniziate nel 2017 – le richieste di esonero contributivo possono essere presentate fino al 31 marzo 2018, in quanto il Decreto del Presidente della Repubblica del 7 dicembre 2001, n. 476 (art.3), concede ai lavoratori autonomi agricoli, la facoltà di perfezionare l’iscrizione alla gestione agricola entro 90 giorni dall’inizio dell’attività.

AVVISI REGIONE TOSCANA

Regione Toscana - Direzione Lavoro

Settore Servizi per il Lavoro 

Delibera Giunta Regionale Toscana del 13/11/2017, n.1245 concessione di contributi a imprese e datori di lavoro privati a valere sul Fondo regionale legge 68/99

Saranno pubblicati, a breve, gli avvisi territoriali relativi alla concessione di contributi ad imprese e datori di lavoro per:

  • formazione e tutoraggio
  • adeguamento/trasformazione del posto di lavoro
  • abbattimento barriere architettoniche
  • apprestamento tecnologie di telelavoro
  • istituzione responsabile inserimento lavorativo
  • creazione di nuovi posti di lavoro da parte di cooperative di tipo B
  • attivazione di tirocini finalizzati all'assunzione

NORME E CIRCOLARI

Cassazione: responsabilità in caso di infortunio durante il distacco

La Corte di Cassazione, con Ordinanza del 23 gennaio 2018 n.1574 , ha definito che in caso di infortunio venutosi a realizzare durante il periodo di distacco, la responsabilità prevista dall’art. 2049 c.c., con conseguente risarcimento dei danni, ricade sull’azienda distaccataria presso la quale il lavoratore si trova a prestare la propria attività lavorativa.

 

INPS: nuovi codici contratto all’interno del flusso UniEmens

Con il Messaggio del 24 gennaio 2018, n. 346, l'INPS comunica i nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> di <DenunciaIndividuale> del flusso di denuncia Uniemens. 
I nuovi codici hanno validità con decorrenza dal periodo di paga gennaio 2018.

Settori cinematografico ed audiovisivo: novità per contratti a termine e apprendistato

Il Decreto Legislativo  del 7 dicembre 2017, n.202, in vigore dal 25 gennaio 2018, ha modificato il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n.81 con due provvedimenti relativi al settore cinematografico ed audiovisivo.
Il primo provvedimento, interviene sull’art. 23 (comma 2, lettera d), estende al settore degli spettacoli cinematografici ed audiovisivi la norma secondo la quale, in presenza di specifiche determinazioni della contrattazione collettiva i contratti a termine non vengono computati all’interno dei limiti quantitativi di utilizzazione.
Il secondo provvedimento, modifica l’art. 44 (comma 5), e stabilisce che è possibile prevedere specifiche modalità di svolgimento dell’apprendistato, anche a tempo determinato, in cicli stagionali nei due settori  del cinematografico dell’audiovisivo.

Cassazione: Da tempo pieno a part-time – necessità dell’accordo scritto

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 1375/2018, è intervenuta su una questione relativa ad un rapporto di lavoro sviluppatosi nel tempo in periodi di tempo parziale e di full-time, ha affermato che, mentre il rapporto a tempo pieno è desumibile dal comportamento tenuto dalle parti in costanza di svolgimento  dello stesso, quello a tempo parziale, in diminuzione rispetto al normale regime contrattuale, deve necessariamente risultare da atto scritto, essendo vietata al datore di lavoro la modifica unilaterale del regime relativo all’orario di lavoro.

Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC): Nuovo Regolamento per la formazione professionale continua

Il CNDCEC comunica la pubblicazione del nuovo Regolamento per la formazione professionale continua, approvato dal Consiglio Nazionale nella seduta del 18 ottobre 2017 e trasmesso al Ministro della Giustizia per l’acquisizione del parere favorevole nel dicembre scorso
Il nuovo regolamento è pubblicato sul Bollettino del Ministero della Giustizia del 31 dicembre 2017.

Per informazioni:
www.cndcec.it

Ministero del Lavoro e Politiche Sociali:
Posticipato l’invio del Prospetto Informativo al 28 febbraio 2018


Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali comunica a causa interventi tecnici di manutenzione straordinaria sui portali istituzionali del Ministero del Lavoro, la scadenza per l’invio del Prospetto Informativo è stata posticipata a mercoledì 28 febbraio 2018.

Cliccando sui seguenti link è possibile accedere alle liste dei Centri per l’Impiego: