La newsletter dei Centri per l'Impiego della Regione Toscana dedicata alle imprese.
Visualizza questa email sul browser

EVIDENZA

Regione Toscana:  sospensione e modifiche Avviso pubblico per l’assegnazione di contributi ai datori di lavoro privati a sostegno dell’occupazione per gli anni 2018-2020 

Con la Delibera di Giunta Regionale del 23 dicembre 2019, n. 1633, sono disposte le modifiche all’Avviso pubblico per l’assegnazione di contributi ai datori di lavoro privati a sostegno dell’occupazione per gli anni 2018-2020.

Contestualmente il Decreto Dirigenziale del 30 dicembre 2019, n.  21285 stabilisce la sospensione, dal 01/01/2020, della presentazione delle domande di contributo per tutte le tipologie di assunzioni effettuate nell’anno 2020 a valere sull’Avviso pubblico di cui al Decreto Dirigenziale 27 luglio 2018, n. 13481, in attesa dell’approvazione delle modifiche.
Rimane aperta la scadenza del 15/01/2020 per la presentazione delle sole domande di contributo relative alle assunzioni/trasformazioni di lavoratori giovani laureati, dottori di ricerca e persone con disabilità effettuate nell’anno 2019.

Di seguito le principali modifiche disposte con la Delibera di Giunta Regionale del 23 dicembre 2019, n. 1633:

a) per l'annualità 2020 le modifiche sono  finalizzate a incentivare in primo luogo l'occupazione stabile tramite contratto di lavoro a tempo indeterminato per alcune delle misure previste: donne disoccupate over 30; lavoratori interessati a partire dal 1 gennaio 2008 da licenziamento, soggetti over 55 e soggetti svantaggiati indicati all’art. 17 ter comma 8 della L.R. 32/2002; pertanto il tempo determinato (della durata di almeno 12 mesi proroghe escluse) sarà mantenuto solo per le assunzioni di disabili e giovani laureati/dottori di ricerca,

b) è introdotto l'incentivo a favore di datori di lavoro privati con sede legale e/o unità operative destinatarie dell’assunzione localizzate sull’intero territorio toscano, che nell'anno 2020 assumono a tempo indeterminato lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza per il territorio regionale o locale (almeno 100 esuberi verificatesi nel 2019-2020).

Per informazioni:
www.regione.toscana.it

Regione Toscana:  Modifiche avviso di finanziamento tirocini non curriculari 

Con il Decreto Dirigenziale del 06 dicembre 2019, n.20473 la Regione Toscana ha adottato il nuovo bando di finanziamento per i tirocini non curriculari.
Il bando, in vigore a partire dal  02/01/2020, prevede una condizione di accesso aggiuntiva:
"Condizione di accesso n. 7) - Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini “finalizzati all’inserimento o al reinserimento al lavoro” attivati per una durata massima di 6 mesi da imprese con processi di pensionamento anticipato in corso, che si impegnino ad assumere il tirocinante alla fine del tirocinio: Contributo pari al 100% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 500,00 euro. Per i tirocini di cui alla presente condizione di accesso, ai fini dell’erogazione del contributo è necessario che il tirocinante, al termine del tirocinio o anticipatamente, sia assunto con contratto a tempo indeterminato o contratto di apprendistato."
L’incentivo è concesso nella misura di €. 3.000,00 annui per 2 anni.

Per informazioni:
www.giovanisi.it

AVVISI REGIONE TOSCANA

Regione Toscana:  Avviso finanziamento tirocini curriculari DSU 2019/2020

La Regione Toscana ha pubblicato l'Avviso rivolto alle aziende ospitanti per il cofinanziamento di tirocini curriculari retribuiti per l’a.a. 2019/20.
Il bando permette ai soggetti ospitanti di richiedere un contributo regionale di 300 euro, nel caso in cui decidano di retribuire con almeno 500 euro mensili gli studenti tra i 18 e i 32 anni, che svolgono tirocini curriculari, iscritti ad una delle Università toscane, degli Istituti di Alta formazione e Specializzazione toscani (Università degli studi di Firenze, Università di Pisa, Università degli studi di Siena, Università per Stranieri di Siena, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna e IMT Scuola Alti Studi di Lucca) o all’ISIA di Firenze.
Il cofinanziamento raggiunge i 500 euro, se il tirocinio è attivato in favore di soggetti disabili o svantaggiati (in questo caso, non vi sono limiti di età).

Per informazioni e modulistica:
www.giovanisi.it

Regione Toscana:  Guida agli incentivi alle imprese della Regione Toscana - edizione dicembre 2019

E' stata pubblicata la nuova edizione della Guida agli incentivi alle imprese della Regione Toscana: catalogo di orientamento.
Versione aggiornata al 1 dicembre 2019: edizione anno XII, n.4.

Per informazioni:
www.regione.toscana.it

Regione Toscana:  Staffetta generazionale

La Regione Toscana con DGR 04 novembre 2019, n.1334, ha definito il “Quadro degli interventi finalizzati all’attuazione della staffetta generazionale tra lavoratori di cui all’“Intesa per lo sviluppo della Toscana”" al fine di attivare azioni legate ai pensionamenti anticipati, in particolare
a seguito di “quota 100”, per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro di giovani lavoratori, in sostituzione di quelli in uscita.
Gli interventi consistono in:

  • concessione di un contributo per la copertura totale del rimborso spese forfetario corrisposto dai soggetti ospitanti ai tirocinanti ai sensi del comma 11 dell’art. 17ter della LR 32/2002 per Tirocini “finalizzati all’inserimento o al reinserimento al lavoro” attivati per una durata massima di 6 mesi da imprese con processi di pensionamento anticipato in corso, che si impegnino ad assumere il tirocinante alla fine del tirocinio
  • concessione di un incentivo per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, presso il medesimo soggetto ospitante, di tirocinanti che hanno svolto un tirocinio finalizzato all’assunzione
  • fruizione del Catalogo dell’offerta formativa pubblica per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali nell’ambito del contratto di apprendistato professionalizzante


Per informazioni e modulistica:
www.regione.toscana.it

NORME E CIRCOLARI

Parlamento: approvata definitivamente la Legge di Bilancio 2020 

Pubblicata in Gazzetta ufficiale del 30 dicembre 2019, n. 304, la Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022).
Di seguito le principali novità in materia di lavoro:

  • La legge di bilancio interviene sulla disciplina in materia di riduzione dei contributi previdenziali relativamente alle assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato di soggetti di età inferiore a 35 anni. La suddetta riduzione, in favore dei datori di lavoro privati e pari al 50% dei contributi previdenziali dovuti ed opera con riferimento alle assunzioni effettuate nel biennio 2019-2020
  • Si conferma, inoltre, che i programmi operativi nazionali e regionali e quelli operativi complementari stabiliscano, per il 2019 e il 2020, l'elevamento dello sgravio, fino ad un massimo del 100%, nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna
  • In merito ai contratti di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale stipulati successivamente al 1° gennaio 2020, si dispone l'esonero totale, per le imprese che occupano fino a nove dipendenti, dal versamento della contribuzione prevista e pari all'1,50% per i periodi contributivi maturati nel primo anno di contratto e al 3%, per i periodi contributivi maturati nel secondo anno di contratto
  • Relativamente al Bonus Giovani Eccellenze, previsto in favore dei datori di lavoro privati, per l'assunzione a tempo indeterminato, nel corso del 2019, di soggetti titolari di laurea magistrale o di dottorato di ricerca ed aventi determinati requisiti, si rinvia alla disciplina inerente lo sgravio contributivo in favore dei datori di lavoro privati per le assunzioni a tempo indeterminato di soggetti di età inferiore a determinati limiti, conseguentemente sopprimendo il rinvio ad una circolare INPS per la definizione delle medesime modalità
  • Al fine di promuovere il professionismo nello sport femminile e di estendere alle atlete le condizioni di tutela previste dalla legge sulla prestazione di lavoro sportivo, esonera le società sportive femminili dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per gli anni 2020, 2021 e 2022
  • Viene prorogato per il 2020 il congedo obbligatorio di paternità, elevandone la durata a sette giorni
  • Per quanto riguarda la prosecuzione della CIGS e della mobilità in deroga nel 2020 nelle aree di crisi complessa, si consente l'impiego nel 2020 delle risorse finanziarie residue stanziate per i medesimi fini negli anni dal 2016 al 2019, nonché di ulteriori 45 milioni di euro, estendendo, per la medesima annualità, i suddetti trattamenti anche alle imprese operanti nelle aree di crisi industriale complessa del Fermano-Maceratese e Torino
  • Si estende all'anno 2022 l'applicazione del meccanismo di riduzione dei premi e contributi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, già previsto sia per gli anni 2019-2021 sia per gli anni 2023 e successivi
Ministero del lavoro: Promemoria per le Comunicazioni Obbligatorie telematiche nel periodo feriale

Si ricorda che nel periodo di ferie del consulente del lavoro o dell’associazione di categoria abilitata ad effettuare le Comunicazioni Obbligatorie telematiche, il datore di lavoro che si trova ad assumere personale, dovrà effettuare direttamente l’invio della comunicazione preventiva, mediante fax con il modello “UniURG” (secondo quanto già previsto per le ipotesi di malfunzionamento dei sistemi informatici).

Resta l’obbligo, in capo al consulente o all’associazione di categoria, alla riapertura dell’attività, dell’invio della comunicazione ordinaria.

La Circolare  21 agosto 2008, n. 20 del Ministero del Lavoro consente questa procedura senza incorrere nella maxi-sanzione prevista in caso di mancata comunicazione di instaurazione di rapporto di lavoro in cui si ravvisa quindi la sussistenza di un impiego lavorativo “in nero”.

Scarica il modello “UniURG".

Fax server per l’invio dell’UniURG: 848 800 131

 

REGIONE TOSCANA: Centri impiego Numero Verde Imprese

 






Il servizio, gratuito sia da telefono fisso che da cellulare, è dedicato ad imprese, enti, consulenti del lavoro, associazioni datoriali e sindacali ed è attivo:

dal lunedì al venerdì: dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30.

Le informazioni e la consulenza riguardano:

  • comunicazioni obbligatorie (CO)
  • incentivi alle assunzioni regionali e nazionali
  • assunzioni di categorie protette
  • rapporti di lavoro e tipologie contrattuali
  • adempimenti per l'assunzione di cittadini stranieri
  • tutela della maternità e paternità e del lavoratore
  • tirocini curriculari e extracurriculari
  • i servizi per l’incrocio domanda/offerta di lavoro garantiti dalla rete territoriale dei CPI
Cliccando sui seguenti link è possibile accedere alle liste dei Centri per l’Impiego:
Facebook
Twitter
Flickr
YouTube